Controversia Commerciale

Controversia Commerciale – La Conciliazione della Camera di Commercio.

Oggi vi parliamo di un articolo cheavrà un sapore molto “dolce” per tutti i titolari di impresa, commercianti, imprenditori, dunque tutti coloro che possiedono una partita Iva.

In caso di una controversia commerciale ed economica dal 2010 la Camera di Commercio consiglia alle imprese di “fare pace”, sedersi attorno ad un tavolo e discutere della possibilità di intraprendere una situazione amichevole.

La disputa stragiudiziale infatti non prevede gli oneri economici di un’ azione giudiziaria che effettuata tramite avvocato può essere veramente molto costosa per entrambe le parti.

Secondo la legge 580/93 le Camere di Commercio di tutta Italia offrono un servizio di conciliazione a tutte le tipologie di consumatori, comprese le aziende, liberi professionisti e ditte individuali, tramite lo studio della pratica da parte di persone che lavorano nella camera di commercio e dunque sono esperte di queste faccende.

Che cos’è la conciliazione della Camera di Commercio.

E’ un metodo stragiudiziale, dunque senza bisogno di andare in causa davanti al giudice che è proposto dalla Camera di Commercio per risolvere eventuali problemi e dispute tra aziende oppire anche tra le imprese e i consumatori.

Il tutto avviene mediante un personaggio importante, il conciliatore che rappresenta una realtà sopra le parti e facilita il colloquio tra le aziende oggetto del contenzioso.

Conti correnti in evidenza


CheBanca!
Apri il conto gratis
  • Conto Corrente CheBanca!
  • Zero spese e zero canone
  • Nessuna imposta di bollo
  • Carta Bancomat internazionale


Crédit Agricole Cariparma
Apri il conto gratis
  • Conto corrente Conto Adesso
  • Zero spese e zero canone
  • Buono Amazon da € 200 in omaggio


Hello bank!
Apri il conto gratis
  • Conto corrente Hello! Money
  • Zero spese e zero canone
  • Buono Amazon da € 150 in omaggio
  • Tasso di interesse: 1% annuo lordo senza vincoli

L’obiettivo del conciliatore è quello di trovare una soluzione super partes ai problemi che hanno causato la disputa e di riuscire ad accontentare entrambe le parti in maniera equa.

Il conciliatore non ricopre la figura di un giudice, quindi partecipare alla conciliazione non è obbligatorio per le parti, ma entrambe le parti coinvolte possono sedersi ad un tavolo e dunque trovare un punto di incontro, che una volta stabilito può essere regolato da un contratto.

Se la soluzione stabilita (e comunque non imposta) non soddisfa una delle due parti, quest’ ultima può abbandonare in qualsiasi momento la conciliazione e rivolgersi ad un giudice o ad un avvocato.

Vantaggi della controversia commerciale.

Come abbiamo affermato prima, la controversia commerciale si risolve in sede stragiudiziale, dunque senza cause presso i tribunali civili del comune di residenza dell’Azienda.

Ciò è importantissimo in quanto comporta un nettissimo risparmio per il cittadino che si trova davanti a un conciliatore giudiziale.

Innanzitutto va rimarcato che il dispendio di denaro per una causa civile può essere davvero sostanzioso, con un esito che non sempre è scontato, con il rischio di rimetterci anche più soldi come parcella dell’avvocato.

Inoltre anche il risparmio di tempo è notevole, con il conciliatore giudiziale i problemi si possono risolvere anche in una sola seduta, mentre in tribunale solo dopo diverse udienze (e dopo tanti anni) accade che viene sancita dal giudice la fine di una causa e viene data ragione (o torto) a una delle due parti.

Migliori conti correnti online

Di seguito i conti correnti che attualmente offrono i migliori servizi e rendimenti; cliccando potrete entrare nei loro siti informativi.

Migliori conti deposito online


Cariparma Icone Image Banner 180 x 150
Scopri